Obvestila‎ > ‎

"Mladenič" na vrhu - Il "giovanotto" in cima

objavljeno: 21. mar. 2014 10:50 avtor: OMbak Koper   [ posodobljeno 16. jun. 2014 00:51 ]

7.Top12 klubski turnir in novi zmagovalec - ŽIGON Goran (1.mesto - 7 zmag/1 poraz). Prejšnji mesec je Goranu sicer zmanjkalo malo sreče v finišu, a se tokrat ni dal. Resda bi se lahko končalo tudi drugače, saj bi lahko bil prvi tudi Marušič Marjan (3.-5/3), če bi le zmagal zadnji dvoboj z Anastasi Michelom (5), ali pa že v prvem delu s Bornia Manuelom (2.-6/2). Manuel in Marjan sta sicer imela v finalnem delu enako število točk (6), a je bil v medsebojnem srečanju boljši Manuel (3:2), kar je tudi odločilo o drugem mestu. Tako se je, po prikazanem, še najbolj pošteno končalo s prvim mestom Gorana. V borbi za sam vrh sta bila tudi Mezgec Matej (4) in Anastasi Michele (5), oba po 4 točke, kjer je o četrtem mestu prav tako odločil medsebojni dvoboj, katerega pa je dobil Matej (3:2). Z vsemi navedenimi se je enakovredno boril Greblo Marino (6), ki je med vsemi verjetno odigral največ setov (35), tako da ni čudno, da mu je na koncu že zmanjkovalo moči (ampak »grizel« je pa vseeno do samega konca).
Tudi v spodnjem delu finala je bilo kar zanimivo. Po bolj bledem prvem delu je Marušič Uroš (7) drugi del odigral bolj v svojem stilu (brez poraza) in tako popravil končni vtis. »Enonogi« (boleče koleno) Liubicich Gino (8) in veteran Stropnik Robert (9) sta odigrala enega najbolj dinamičnih dvobojev (3:1 za Ginota), takoj za njima pa se je uvrstil Rajh Vojko (10) in z enakim številom točk Brandmayr Alois (11). Novi mejnik je dosegel Pribac Marko (12), kar je višek njegove dosedanje ping-pong kariere.

7.Top12 torneo del club ed un nuovo vincitore - Goran ŽIGON (primo posto - 7 vittorie/1 sconfitta). Il mese scorso, a Goran era mancata un po' di fortuna nelle fasi finali del torneo, ma questa volta non si è arreso. A dire il vero, le cose sarebbero anche potute andare diversamente, dato che anche Marjan Marušič (3° – 5/3), avrebbe potuto essere primo, se fosse riuscito a vincire nello scontro finale con Michele Anastasi (5), o se avesse vinto la partita contro  Manuel Bornia (2° - 6/2) nelle prime fasi del torneo. Nella parte finale del torneo, Marjan e Manuel hanno totalizzato lo stesso punteggio (6), tuttavia, Manuel ha vinto lo scontro diretto contro Marjan (3:2) e ciò ha fatto si che si piazzasse al secondo posto nella classifica finale. Visti i fatti, la vittoria di Goran è stata la più giusta. Anche Matej Mezgec (4°) e Michele Anastasi (5°), entrambi a quota 4 punti, si sono contesi le prime posizioni in classifica; anche il quarto posto di Mezgec è stato determinato dallo scontro diretto tra i due, vinto da Matej (3:2). Marino Greblo (6°) ha combattuto alla pari con tutti i sopracitati; tra tutti, è quello che ha giocato il numero maggiore di set (35). Non è strano che alla fine gli sia venuta meno la forza (tuttavia ha combattuto con le unghie e con i denti fino alla fine).
Anche nella parte bassa della classifica ci sono state partite molto interessanti. Dopo una prima fase partita un po' in sordina, nella seconda fase del torneo Uroš Marušič (7°) ha ripreso a giocare con il suo solito stile (senza incassare sconfitte), riuscendo a migliorare quindi la sua posizione finale.I »monogamba« (ginocchio dolorante) Gino Liubicich (8°) ed il veterano Robert Stropnik (9°) hanno giocato uno dei duelli più dinamici ed emozionanti dell'intero torneo (3:1 per Gino). Nelle successive posizioni in classifica si sono piazzati, con lo stesso punteggio, Vojko Rajh (10°) e Alois Brandmayr (11°). Marko Pribac (12°) ha conseguito un suo record personale, segnando l'apice della sua carriera da ping-pong con un risulato mai ottenuto fino ad ora.